Pimenta malagueta (Peperoncino)

Il peperoncino è una pianta erbacea annuale originaria dell’America Centrale e del Sul, da dove si è diffusa durante il periodo delle grandi navigazioni (1492-1600) e, ora, è coltivata e consumata da quasi tutti i popoli del mondo. Il peperoncino è una delle principali spezie e il suo segno distintivo è il sapore piccante bruciante. Ha un alto valore nutritivo, è ricco di vitamine e di proprietà analgesiche, energetiche, antiossidanti, anti-infiammatorie e anti-cancro, è un vasodilatatore, produce una sensazione di benessere e riduce l'appetito.  
In Brasile il peperoncino è coltivato in tutte le regioni ed è consumato fresco al naturale o trasformato in vari modi. Le numerose specie e varietà si differenziano per colore, forma, dimensione e "piccantezza", che valorizzano e conferiscono caratteristiche peculiari agli alimenti.  
La piantina di peperoncino può essere coltivata in giardino o in vaso dentro casa, in una posizione esposta al sole diretto, e ha un grande potenziale ornamentale. 
I peperoni e i peperoncini appartengono alla famiglia delle Solanacee e al genere Capsicum. Le quattro specie coltivate (domesticate) più diffuse sono: 
Capsicum annuum var. annuum: le più conosciute nel mondo, tra cui i peperoni (dolci), il peperoncino americano (dolce) e il peperoncino "Jalapeño" (piccantezza media). 
Capsicum frutescens: è la "pimenta malagueta" (piccantezza media ad alta), conosciuta nel mondo come "tabasco" (frutto di 2,5 cm di lunghezza e larghezza media di 0,4 centimetri, colore rosso intenso a maturazione). 
Capsicum chinense: la più brasiliana di tutte le specie coltivate, tra cui la "Pimenta-de-cheiro" (da dolce a piccantezza alta), il peperoncino "Biquinho" (piccantezza media), il peperoncino "Bode" (piccantezza alta), il peperoncino "Cumari-do-Pará" (piccantezza alta) e il peperoncino "Murupi" (piccantezza media ad alta). 
Capsicum bacccatum var. pendulum: diffusa nel Sud e Sud-Est del Brasile, tra cui il peperoncino "Dedo-de-Moça" conosciuto anche come "Chifre-de-viado" (piccantezza bassa) e il peperoncino "Cambuci" (dolce).  

Fonte: Embrapa (Empresa Brasileira de Pesquisa Agropecuária)
Data di inserimento : 02 Febbraio 2014
Ultimo aggiornamento : 10 Aprile 2017
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni