Leite condensado

In Brasile esiste un vero culto dei dolci e della loro preparazione, tramandato dai portoghesi che amano i dolci ben dolci e che hanno portato la canna da zucchero dall’Isola di Madeira. Non c’è credenza senza torta n’è pasto senza un “docinho de sobremesa” (dessert) prima del “cafezinho”. 
Il latte concentrato zuccherato è arrivato in Brasile dalla Svizzera nel 1890 con una “moça” (signorina/contadina) nella etichetta, ha conquistato le casalinghe e viene utilizzato nella preparazione e farcitura di torte, budini, pani, biscotti e dolcetti e, naturalmente, può essere mangiato al naturale.  
In quasi tutte le ricette con il "Leite Moça" si trova la dicitura: "1 lattina di Leite Moça, la stessa misura di...", che vuol dire utilizzare la lattina (300 ml) svuotata del contenuto per misurare gli atri ingredienti.
Postado em : 11 Novembre 2011
Última atualização : 18 Luglio 2018
As cookies ajudam-nos a oferecer os nossos serviços. Ao utilizar os nossos serviços, aceita o uso de cookies. Mais informações