Festa Junina, la festa di metà anno

In coincidenza con la raccolta del mais e per festeggiare Sant’Antonio, San Pietro e San Giovanni si organizzano a giugno, in tutto il paese, le “Festas juninas” (da ”junho”, che significa giugno) o “Festas caipiras” (contadine), con usanze differenti per ogni regione. 
Questi festeggiamenti sono stati introdotti in Brasile dai portoghesi nella prima metà del XVI secolo e poi, piacevolmente, sono stati "contaminati" dalle tante altre culture presenti. 
A scuola i bambini/ragazzi si travestono e ballano, ma le feste più importanti si svolgono nei paesini, in piazza o in aree aperte abbastanza ampie dove viene allestito il "arraial" (piccolo villaggio, festa popolare all'aria aperta) con bancarelle e addobbi (bandierine e fiori). 
Nel "arraial" si svolgono i balli (”quadrilha”), le sfilate e i giochi, che iniziano nel tardo pomeriggio e continuando nella serata illuminati dal fuoco, dai fuochi di artificio e dalle mongolfiere di carta. 
La "quadrilha" è stata introdotta nel XIX secolo ed è una variante dei balli d'apertura delle grandi feste delle corte europee. E' un ballo che prevede molte prove prima della festa. Le coppie si mettono in fila e i passi sono chiamati a suono di fisarmonica, tamburo e triangolo. 
Le donne portano abiti colorati con pizzi e fiocchi, lunghe trecce e cappello di paglia. L’uomo indossa pantalone e camicia rammendati, cappello di paglia e baffetti dipinti con tappi di sughero bruciato. 
Si preparano una infinità di pietanze dove il mais, giustamente, ha una presenza di rilievo: pop-corn (dolce e salato), pannocchie di mais dolce cotte o arrosto, "bolo de milho" (torta di farina di mais), "pamonha" (polentina di mais dolce), "curau" (budino di mais), "bolo de fubá" (torta di farina di polenta) e "canjica" (mais cotto nel latte) . In più si preparano salamelle alle brace, panini, torte dolci e salate, salatini, dolci di cocco, di zucca, di arachidi e di riso. Le bevande tipiche sono il “vinho quente” (vin brulé) e il “quentão” (grog di "cachaça"). 

Clicca per ascoltare la musica della "quadrilha".

Fonte: LIMA, Claudia. Revista Junina. Edição Especial. Recife: Editora Raízes Brasileiras, junho, 1997.
L'utilizzo delle foto è stato gentilmente concesso da Tiago Orihuela ("Festa Junina" a Boa Vista, Roraima, Brasil) e da Agnes Ferreira.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni